Storia

La Cooperativa Sociale “LA CASCINA” nasce nel 1990 per offrire risposte al bisogno di inserimento lavorativo di alcune persone portatrici di handicap psico-fisico che avevano frequentato il CFPH (centro di formazione professionale per portatori di handicap) gestito dall’ A.N.F.F.A.S. sezione di Desenzano del Garda.
La struttura era stata data in comodato all’ANFFAS dall’ASL nel 1985 e l’impresa sociale La Cascina diventa operante nel 1991 con 2 operai e 3 ragazzi seguiti da 1 educatore.

Le finalità della cooperativa sono definite dalla Legge 381 del 1991
“per seguire l’interesse generale della Comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale”.

I valori che ne stanno alla base sono: servizio, solidarietà, funzione sociale, mutualità, democrazia e partecipazione, pur operando all’interno di regole di mercato.

Attraverso l’inserimento lavorativo, lo scopo è quello di offrire l’opportunità di autorealizzarsi mediante l’assunzione di un ruolo attivo, acquisizione di uno status, riconoscimento sociale e autonomia economica. 

 Inizialmente La Cascina produceva fiori da una serra già allestita ed eseguiva lavori di piccola manutenzione del verde privato. In seguito viene stipulata una convenzione con il comune di Desenzano per il verde pubblico.

 Nel 1991 prese avvio un piccolo laboratorio di assemblaggio di parti meccaniche e un laboratorio di legatoria.

 Nel 1995 la convenzione con il Comune viene ampliata alla raccolta dei rifiuti ciclabili e l’anno successivo la convenzione contempla anche la pulizia di spazi esterni pubblici. 

 Nel 1997 si aggiunge l’allestimento, la pulizia e la gestione di tutte le spiagge pubbliche del Comune di Desenzano e del Ristorante-Pizzeria Desenzanino.

 Dal 2000 il Comune di Desenzano ha dato l’incarico alla Cooperativa dell’allestimento palchi per manifestazioni, concerti.

 Nel 2001 custodia cimitero di Desenzano e in seguito anche Rivoltella.


Tuttora la Cooperativa si evolve e si impegna nel cercare altre possibilità di impiego.